Amiche


Cari amici, bentornati coll'immancabile settimo appuntamento della rubrica: "La Città del Drago", un percorso a puntate che ci aiuterà a scoprire i volti dei personaggi principali del nuovo spettacolo, in scena il 2 Agosto 2018. Oggi sono qui con noi Irene Spizzica ed Eleonora De Canio, nuovi acquisti della Compagnia di quest'anno, e Laura Raminelli ed Eleonora Trabucco, vecchie conoscenze del Portico. Sono super cariche per lo spettacolo: andiamo a conoscerle meglio.


"FAVOLOSE. 
Crediamo non ci sia aggettivo migliore per descriverci.
Siamo quattro amiche, quattro come le regole dei nostri nomi:
L come Lasciateci stare,
E come Eleganza,
I come Intolleranza,
E come E... ricordate sempre lo specchietto!
Adoriamo la nostra Elsa (anche se, per tutti i draghi, non fa altro che lamentarsi ed è cosi noiosa)!
I nostri passatempi? La ginnastica ed i ponpon.
Siamo inconfondibili, quindi non servono altre info.
A presto sfigati! E ricordate: siate belli che è tutto ciò che conta!
XOXO"

Carceriere

Cari amici, eccoci di nuovo a voi per la sesta puntata della rubrica "La Città del Drago", in preparazione al nostro spettacolo che come ormai ben saprete si terrà giovedì 2 Agosto a Villa Tigullio! 

Quest'oggi avremo a che fare con un personaggio vagamente sinistro, il Carceriere, interpretato per l'occasione da Andrea Spelta. Sta mormorando tra sé e sé. Andiamo a scoprire cosa sta farfugliando!

"Ohibò! In questi giorni non ho visto altro che  entrare gente in prigione. Chissà che sarà mai successo per farci finire dentro così tante persone... Sarà forse la lettera 'L', che spaventa tanto il borgomastro?! Fa niente: io eseguo il mio lavoro e del resto non mi importa. Ora vado a fare due chiacchiere con quel pappagallo. Non me la racconta tanto giusta..."

Tessitori

Cari amici, eccoci qui per il quinto appuntamento con la rubrica "La Città del Drago", che ci sta accompagnando nell'avvicinamento alla fatidica data del 2 Agosto, giorno in cui si terrà il nostro nuovo spettacolo! Quest'oggi andremo a conoscere due bizzarri personaggi, interpretati da Nicolò Crisafulli e Filippo Cerulli: i Tessitori. Scopriamo insieme cos'hanno da dirci...

"Il signor Lancellotto è un nostro fidato amico! Chissà se ha bisogno di un tappeto. Lavoriamo da quando eravamo piccoli e lo facciamo per amore delle nostre mogli (gemelle, per altro). I nostri prodotti sono di qualità... Cosa diciamo?! Di altissima qualità! I colori sono preparati secondo una nostra ricetta segreta, che neanche il drago sa. Ma il vero segreto è che rendiamo i nostri tappeti utili nelle situazioni più difficili! Sì. Ripetiamo: noi facciamo dei tappeti su misura per tutte le situazioni (non ditelo al drago)! Per l'arrivo di Lancellotto abbiamo deciso di produrne uno esclusivo per lui! Gli altri? Beh, se ne volete uno visitate la nostra boutique nella piazza della città, ve lo possiamo anche consegnare a domicilio con il nostro fidato asino! A presto amici!"

Charlemagne

Cari amici, bentornati col quarto appuntamento della rubrica: "La Città del Drago", un percorso a puntate che ci aiuterà a scoprire i volti dei personaggi principali del nuovo spettacolo, in scena il 2 Agosto 2018. Oggi il nostro focus si concentra su Charlemagne, interpretato da Massimo Atzei, una new entry della nostra compagnia. Sembra piuttosto preoccupato...


"Perché il drago ha scelto mia figlia? Perché proprio lei, Elsa, l'unica ragione della mia vita? Che cosa abbiamo fatto per meritarci tutto questo? Eppure gli sono sempre stato fedele e ho svolto il mio lavoro con impegno. Oggi però è arrivato un forestiero. All'inizio pensavo che fosse un avventuriero, un perdigiorno, ma ci ha dato una speranza: ha sfidato il drago. Non so come finirà, non so se riuscirà ad ucciderlo ma comunque vada la nostra vita non sarà più quella di prima, perché ci ha aperto gli occhi, ci ha fatto capire in quale inganno di vita stavamo vivendo. Speriamo..."

Attenzione: "Il Drago" in vista!

Cari amici del Portico, i lavori sul nuovo spettacolo procedono a gonfie vele. Prova dopo prova la sintonia degli attori si sta costruendo e gli errori riducendo. Strada facendo, però, nuove domande si pongono e ci sfidano, facendoci scoprire un mondo di novità e significati attorno all'esperienza che stiamo portando avanti. Abbiamo deciso di condividere questo nostro lavoro con voi attraverso brevi video di approfondimento che pubblicheremo a puntate su YouTube, Facebook e, naturalmente, qui sul blog. 
La prima fondamentale curiosità che ci è sorta riguarda senza alcun dubbio l'opera nella sua generalità: perché proprio "Il Drago"? Che cosa ha da raccontare, oggi, a noi e agli altri? 
Hanno provato a rispondere a queste domande le due menti principali dello spettacolo, coloro che lo hanno ideato e proposto alla Compagnia tutta. In prima fila non poteva ovviamente mancare Marina Maffei, la nostra regista; assieme a lei Massimiliano Atzei, vecchia conoscenza di Marina e personalità molto conosciuta tra la cittadinanza rapallese e sorprendente new entry della Compagnia. Amici di lunga data, i due si erano già lanciati nella rappresentazione dell'opera di Schwarz una trentina di anni fa. Qui sotto potete trovare il dialogo tra Marina e Massimiliano. Buona visione!

 

Terza Testa del Drago


Cari amici, bentornati col terzo appuntamento della rubrica: "La Città del Drago", un percorso a puntate che ci aiuterà a scoprire i volti dei personaggi principali del nuovo spettacolo, in scena il 2 Agosto 2018. Oggi andiamo a conoscere la Terza Testa del Drago, interpretata da Gabriele Spelta, ex Miguel Manara, ve lo ricordate? Ecco un pensiero confidato al suo fedelissimo Segretario...

"Io sono uno e trino, e governo su tutta la città: la MIA città. Con la mia destra ammansisco le folle e con la sinistra posso scatenare il terrore e la guerra. Ma una cosa più di tutte mi rende soddisfatto del lavoro che svolgo: le loro anime fatte a mia immagine. Fetide, putride, avvelenate dalla sete di potere e dalla paura.
Ecco cosa sono in grado di fare! Alla violenza rispondono con la violenza, alla corruzione rispondono con la loro inutile etica. Ma è l'anima che, quando è corrotta, li tiene stretti a me! Anime da me plasmate, tanto che alcuni di loro fingono pure di non averne una... Poveri, docili agnellini, stretti nelle mie grinfie.
Questo Lancellotto pensa di poterli salvare, ma non è così: è troppo tardi, non c'è più niente da salvare e chiunque, al mio comando, sarebbe pronto a tradirlo e a pugnalarlo alle spalle! Proprio chiunque, anche quelli di cui si fida di più..."

Seconda testa del Drago

Cari amici, benvenuti al secondo appuntamento della rubrica: "La Città del Drago", un viaggio che ci aiuterà a scoprire i volti dei personaggi principali del nuovo spettacolo, in scena il 2 Agosto 2018. Oggi andiamo a conoscere un altro dei protagonisti di quest'anno: la Seconda Testa del Drago, interpretata dal nostro Francesco Atzei. Ecco un estratto dalle pagine del suo diario personale...


"A me, me medesimo e me stesso, 
Chi è veramente quest'uomo che si dichiara parente del terribile Lancellotto? Come osa solo mettere piede nella mia... nostra cittadina?! Maledetto cavaliere errante... avrei dovuto distruggerlo quando ne ho avuto l’occasione! Miserabile archivista e le sue insulse regole: adesso devo sottostare a quel documento di un passato ormai remoto per evitare che questi imbecilli osino anche solo pensare a una rivolta! Dovremmo utilizzare tutta la nostra forza e rabbia per distruggere la città e far pentire questi stupidi abitanti di aver anche solo osato sfidarci!"